Gli allievi dell’Istituto Comprensivo sono prevalentemente residenti nel Comune. Primo ente promotore del benessere a scuola è il Comune di Spilimbergo che collabora fattivamente fornendo, in particolare, la convenzione per i servizi di trasporto e per la mensa. La Biblioteca civica e il Progetto giovani risultano altri due attori fondamentali per la progettazione dell’IC.

A livello sociale, la situazione delle famiglie degli alunni è diversificata: mentre alcune famiglie conducono stili di vita generalmente buoni, altre situazioni familiari risentono delle condizioni precarie di lavoro e sono sempre più costrette a chiedere assistenza ai servizi sociali.

L’Istituto è coinvolto nel processo di integrazione degli alunni diversamente abili, con disturbi evolutivi specifici e, in generale, con Bisogni Educativi Speciali. Per questo ha contatti con i servizi di neuropsichiatria infantile presenti nel territorio (in particolare “La Nostra Famiglia” di San Vito al Tagliamento e l’A.S.S. di Maniago) e con specialisti, anche privati, del settore. L’integrazione è un processo che coinvolge anche gli alunni stranieri, sia con protocolli di accoglienza mirati, sia con interventi calibrati a seconda dei casi.

L’Istituto è anche in contatto con le A.S.S. del territorio per incontri informativi sulla somministrazione dei farmaci e con la Protezione Civile per iniziative riguardanti la promozione della sicurezza.

Altri enti che contribuiscono con il loro apporto ad ampliare l’offerta formativa sono le associazioni sportive, culturali e ricreative del territorio. Accanto a questi vanno menzionati volontari, genitori esperti e tutti gli altri adulti che intervengono a titolo gratuito nelle classi per piccoli laboratori di tipo culturale, storico, artistico, scientifico e tecnico.